mercoledì 8 marzo 2017

Il fronte unito degli americani: programmi federali intoccabili





di Gary North


Reality Check

Ci è stato spesso ripetuto che gli Stati Uniti sono profondamente divisi oggi. Se solo fosse vero...

Parliamo di alcune divisioni reali nella storia americana.

La nazione era profondamente divisa nel 1775-1781, quando le colonie nordamericane non-canadesi dell'Impero britannico combattevano una guerra civile per secedere. Ciò produsse l'unica iperinflazione nella storia americana. Cominciò con una rivolta fiscale, quando le imposte totali dell'Impero costituivano circa l'1% del PIL. La pressione fiscale non sarebbe mai più stata così bassa in America.

La nazione si ritrovò profondamente divisa nel 1787-1788, quando gli Anti-federalisti misero in guardia che la proposta di Costituzione, scritta da un'assemblea di uomini ricchi durante un convegno segreto e chiuso al pubblico, sarebbe diventata uno strumento per una vasta centralizzazione del potere.

La nazione si ritrovò divisa ancora una volta nel 1791, quando Alexander Hamilton fece in modo che il governo concedesse un monopolio da banca centrale alla Bank of the United States. Convinse anche il Congresso ad istituire un sistema di debito federale al fine di sovvenzionare una manciata di grandi investitori. Nel 1811 il Congresso non rinnovò l'atto costitutivo della banca per un solo voto al Senato. Ma l'ex-politico anti-banche e presidente, James Madison, cambiò casacca nel 1816 e sostenne la concessione di un monopolio all'uomo più ricco nelle colonie, l'immigrato Stephen Girard: la Second Bank of the United States.

La nazione era profondamente divisa nel dicembre 1860, quando si separò il South Carolina, portandosi dietro il Sud. Scoppiò una guerra civile su due problemi: il controllo federale sui dazi (Lincoln) e la schiavitù (Davis).

Queste erano divisioni serie.

Se si vuole trovare unità, basta guardare ai bilanci pubblici. Quando è raro che cambino, allora c'è unità. Se si ritiene politicamente suicida o eccentrico invocare un taglio di bilancio del 20% -- per non parlare di uno del 100% -- allora abbiamo unità.





GLI INTOCCABILI

1. Previdenza sociale, Medicare e Medicaid. Questi tre programmi costituiscono il 50% del bilancio annuale del governo degli Stati Uniti. C'è un vecchio slogan politico: "La previdenza sociale è la terza rotaia dei politici americani e toccarla significa morire." A nessuno è permesso dire che questi programmi hanno passività non finanziate ben oltre i $200,000 miliardi. Il professor Lawrence Kotlikoff ha messo in guardia su questo numero per un decennio. Nessuno al Congresso vi presta attenzione. Questi programmi manderanno letteralmente in bancarotta il governo. Nessuno al Congresso osa invocare massicci tagli alla spesa e aumenti delle imposte necessari per mantenere questi programmi flebilmente solvibili.

2. Il Pentagono. Il Pentagono finanzia l'impero americano. Il governo degli Stati Uniti ha circa 800 basi militari in 70 nazioni straniere. Il bilancio militare è generalmente considerato come non discrezionale. Assorbe circa il 15% del bilancio totale. Qualsiasi tentativo di chiudere le basi, sia all'interno degli Stati Uniti o al di fuori, incontra resistenza immediata al Congresso. La guerra in Afghanistan è solo la punta di un iceberg. Va avanti sin dal 2001.

3. Le agenzie di spionaggio. Gli americani hanno sostenuto la CIA fin da quando Harry Truman l'ha creata dalle ceneri dell'OSS. La NSA ha un budget intoccabile per spiare gli americani. Edward Snowden ha esposto nel 2013 quanto siano grandi questi bilanci ombra: $52 miliardi. Il Congresso non se n'è mai interessato. "Non chiedere. Non dire." Il Congresso non ha fatto alcun passo per ridurre queste spese, né alcun riferimento al riguardo. Se Snowden lasciasse la Russia, verrebbe rapito dalla CIA, condotto negli Stati Uniti e processato come traditore. Nessuno al Congresso ha chiesto un'amnistia per Snowden. La popolazione americana è d'accordo: la nostra privacy non conta. Combattere un terrorismo invisibile, sì invece.

4. Istruzione finanziata dalle tasse. Le scuole pubbliche sono lo zoccolo duro dello status quo. Hanno un sacerdozio gerarchico: il PTA (impotente), gli insegnanti, gli amministratori scolastici, i consigli scolastici locali (impotenti), i giudici federali e l'US Department of Education. La popolazione ha un qualche potere? Sì: il portafoglio. Lo usa per togliere finanziamenti alle scuole? No. C'è qualcuno eletto in qualsiasi consiglio scolastico in base a questa piattaforma: "Chiudete tutti i finanziamenti alle scuole. Votate no su tutte le emissioni obbligazionarie riguardanti le scuole. Abrogare tutte le leggi sulla frequenza obbligatoria"? No. Il Massachusetts fu l'ultimo stato ad abolire il sostegno fiscale alle chiese. Era il 1833. Nel 1837 costituì un consiglio scolastico statale per sostituire quello delle chiese. Le scuole hanno assunto l'onere di diffondere l'educazione morale. Per un secolo hanno insegnato la buona cittadinanza, la quale inizia con una dichiarazione di fede: "Franklin Roosevelt salvò il capitalismo da sé stesso." Le scuole sono aperte dal lunedì al venerdì -- questo si chiama indottrinamento. La sinistra umanista ha controllato i libri di testo, in particolare i libri di storia, fin dalla prima edizione del libro di David Saville Muzzey nel 1911. Era un progressivista ed un liberal presbiteriano. Ha controllato il mercato dei libri di testo di storia fino al 1966. Nessuno sapeva chi fosse. Gli americani hanno docilmente mandato i loro figli tra le sue braccia per più di mezzo secolo. (Sono stato anch'io una delle vittime.) È stato lo storico più importante della storia, e nessuno tranne Frances Fitzgerald ha letto tutte le edizioni -- forse. Era il 1975-1979.

5. Il Federal Reserve System. Questa è la sola organizzazione americana, apertamente anti-democratica, che è lodata in ogni libro universitario di storia e di economia per essere legittimamente indipendente dal controllo politico. Nessun'altra agenzia del governo viene elogiata per gli stessi motivi. La FED ha tutte le caratteristiche di un cartello, ma nei libri di economia non è inclusa nel capitolo sui cartelli, né il capitolo sulla FED fa alcun riferimento al capitolo sui cartelli o viceversa. Alcune cose sono off-limits. Il sistema giudiziario federale è considerato semi-autonomo, ma ogni elezione presidenziale si dice che sia importante perché collegata alle nomine della Corte Suprema. Raramente l'importanza della Presidenza è collegata alla nomina del Consiglio dei Governatori della Federal Reserve. E, naturalmente, nessuno menziona i 12 presidenti delle banche regionali Federal Reserve eletti da... nessuno realmente sa da chi. Il Federal Reserve System è l'unica agenzia governativa a cui il governo non permette d'essere controllata dal Government Accountability Office. La Federal Reserve è la sola tra le agenzie federali che può impostare il proprio bilancio, e quindi restituisce volontariamente al Tesoro USA tutti i soldi che non vengono utilizzati per il suo bilancio. Restituisce questo denaro solo perché nel 1943 i membri del Congresso Jerry Voorhis (California) e Wright Patman (Texas) minacciarono di presentare un progetto di legge per abolire la FED.



DISCREZIONE DI BILANCIO E CONFLITTO POLITICO

Se volete trovare accordo politico, seguite il denaro. Scrutate quale budget delle agenzie governative è immune da critiche pubbliche.

I seguenti sono i programmi di welfare col budget più ingente e che non possono essere aboliti o sottoposti ad importanti revisioni, nonché immuni da critiche: previdenza sociale, Medicare e Medicaid. Il bilancio del Pentagono è immune. I bilanci delle agenzie di spionaggio sono immuni. Sono noti solo perché Snowden ha fatto trapelare l'informazione e per questo motivo è definito traditore. Fate una ricerca su Google con le parole chiave "Snowden" e "traditore", e vedete quello che viene fuori. I bilanci delle scuole pubbliche sono immuni. La Federal Reserve imposta un proprio bilancio e crea denaro dal nulla per comprare debito federale, cosa che ha generato $113 miliardi nel 2015 sotto forma di pagamenti di interessi al Tesoro USA, tolte le sue spese di funzionamento: $13 miliardi.

Per favore, risparmiatemi la retorica su un'America divisa. L'America è divisa sugli spiccioli: quelle parti del bilancio che sono discrezionali, vale a dire, circa il 16% del bilancio totale.

Lo spettacolo di burattini rappresentato dalle elezioni presidenziali si tiene ogni ogni quattro anni e ruota tutt'intorno a suddetto 16%. La cosa viene volutamente ingigantita affinché gli elettori pensino che ci sia qualcosa d'importante in gioco. Tre anni su quattro, gli elettori vanno in letargo: sport, TV, e social media.

Se qualcosa è importante, avrà un budget non discrezionale. Tutto il resto o è rumore o sono illusioni progettate per mantenere gli elettori occupati un anno e in letargo durante gli altri tre.



CONCLUSIONI

Per quanto riguarda i budget che contano, il governo calcerà il barattolo. Questo è ciò che gli elettori vogliono.

Non c'è accordo su eventuali alternative. L'impostazione predefinita è calciare il barattolo.

Il mio consiglio: non fatevi ingannare da discussioni sulla disgregazione all'interno delle élite. È qualcosa che è andato avanti sin dall'elezione del 1928.

Un vero cambiamento comporta sempre notevoli variazioni di bilancio: su o giù.

Quello che non cambia è la percentuale di ricavi raccolti rispetto al PIL. I rapporti di spesa cambiano; l'incidenza delle entrate no. I deficit salgono e scendono. Le entrate no. Le entrate sono il 20% del PIL.




Quando le entrate scenderanno in termini di PIL, avremo finalmente la disunione di cui continuiamo a leggere.

Quando le percentuali dei bilanci discrezionali si restringono e quelle non discrezionali crescono, sarà tempo per la disunione.

Fino ad allora, sedetevi e godetevi lo spettacolo.


[*] traduzione di Francesco Simoncelli: http://francescosimoncelli.blogspot.it/


1 commento:

  1. Quando scrive così, North è impareggiabile.

    RispondiElimina