mercoledì 3 dicembre 2014

Mercati liberi: Beni a basso costo, maggiore ricchezza, lavori migliori





di Gary North


La questione è stata sollevata su uno dei forum riguardo il futuro della produzione negli Stati Uniti.

Iniziamo col dare la risposta osservando il seguente grafico sulla produzione mondiale. Non ci sono solo gli Stati Uniti; c'è l'Europa occidentale, il Giappone e il mondo intero. Come potete vedere, il contributo della manifattura alla produzione economica totale è diminuito costantemente nel corso degli ultimi 40 anni. Se il grafico fosse tornato indietro di altri 40 anni, avremmo visto lo stesso tipo di pendenza. E' un fenomeno mondiale. E' un fenomeno irreversibile. Ha accompagnato l'estensione della crescita economica mondiale nel terzo mondo, in particolare in Asia.


http://www.uschamberfoundation.org/blog/post/manufacturing-s-declining-share-gdp-global-phenomenon-and-it-s-something-celebrate/34261


Ci sono persone che si lamentano di come la manifattura abbia diminuito la sua presenza percentuale nel prodotto interno lordo degli Stati Uniti. Ciò accade perché non hanno familiarità con il fenomeno mondiale. Non capiscono che la crescita economica è accompagnata da un declino del settore manifatturiero.



IL CUORE DELLA RICCHEZZA MODERNA

Il cuore della ricchezza non è la manifattura; il cuore della ricchezza è la conoscenza applicata per ridurre la percentuale totale della produzione manifatturiera nell'economia globale, e per aumentare la ricchezza delle masse attraverso i servizi. Questi servizi possono essere digitali. Possono essere personali. Ma non si basano sulla produzione manifatturiera.

Il mio amico Bill Myers ama ripetere questo motto: "Vendi elettroni, non atomi." E' una grande frase. Non vendete pezzi di roba; vendete idee, intrattenimento, efficienza e tutto quello che può ridurre il costo delle materie prime, il costo del capitale e il costo di produzione. Tagliare i costi; ridurre i prezzi; diventare ricchi.

Questo è il motivo per cui la produzione manifatturiera sarà sempre più gestita da macchine che sono controllate da programmi informatici. Questo libera l'umanità dalle fatiche della vita.

Per secoli, e anche millenni, i genitori hanno tentato di far entrare i loro figli in qualche gilda dimodoché non avrebbero dovuto fare un lavoro fisico. Quello che vogliono praticamente tutti i genitori per i loro figli, è esattamente ciò che il mercato libero ha fornito in tutto il mondo. Eppure ci sono persone che si lamentano del declino della produzione manifatturiera in percentuale dell'economia globale. Questo declino è stato una delle più grandi benedizioni del mondo moderno, una risposta alle preghiere millenarie dei genitori; eppure ci sono persone che credono onestamente che l'America stia rimanendo indietro, perché la percentuale dell'economia americana ricoperta dalla produzione manifatturiera è costantemente in calo.

Ciò che gli individui vogliono per i loro figli, a volte non lo vogliono per l'economia globale. Si vuole che i propri figli non finiscano a fare un duro lavoro manuale, e poi ci si lamenta del declino del numero di posti di lavoro in tale campo. Chi ragiona in questo modo soffre di dissonanza cognitiva.

In tutto il mondo le nazioni industriali hanno esternalizzato la produzione manifatturiera in nazioni straniere che sono povere, e l'hanno affidata a macchine e programmi informatici che non si preoccupano del lavoro duro. I lavori vengono svolti meglio che mai da poveri in paesi stranieri e da robot che stanno diventando sempre più efficienti grazie alle migliori tecniche di produzione e ad una migliore programmazione informatica.

In ogni fase di questo processo ci sono stati i luddisti che si sono lamentati della sostituzione del lavoro umano con quello delle macchine. La frase "sabotaggio" deriva dalla parola francese che sta per scarpa. I lavoratori che perdevano il posto di lavoro gettavano le scarpe nei macchinari per romperli. L'uso della coercizione contro i proprietari di imprese.

Ogni fase nel corso degli ultimi 200 anni in cui le macchine hanno sostituito il lavoro umano, è stata caratterizzata da uno straordinario aumento della produzione e anche da uno straordinario aumento della ricchezza pro-capite. Il nostro mondo è completamente diverso dal mondo del 1800, e la ragione è stata lo sostituzione di lavoratori con capitale minimo con lavoratori con una quantità crescente di capitale. Sono stati sostituiti da lavoratori con strumenti migliori. Questi strumenti migliorano ogni giorno che passa, e sempre più lavoratori vengono sostituiti. Si muovono verso nuove aree di servizio. Questa è stata la storia della trasformazione del mondo nel corso degli ultimi 200 anni. Viviamo in un posto migliore. Perché adesso le persone si preoccupano del fatto che le macchine e i programmi informatici continueranno a sostituire i lavoratori in molti campi? Questo è ciò che è avvenuto per due secoli. Perché dovremmo aspettarci che si fermi adesso?



LA CURVA ECONOMICA ESPONENZIALE

Ciò che c'è di diverso ora, è questo: il processo di crescita sta diventando esponenziale. La domanda ora è questa: gli accordi sociali che hanno prevalso negli ultimi 200 anni continueranno a prevalere per i prossimi 200 anni? In altre parole, le istituzioni sociali che sono state costrette a cambiare su larga scala nel corso degli ultimi due secoli, sopravviveranno alla transizione verso un mondo completamente diverso nei prossimi due secoli?

La velocità del cambiamento economico sta accelerando, come accade sempre quando si ha a che fare con le ultime fasi di una curva esponenziale. La legge di Moore e la legge di Metcalfe si sono unite per trasformare il mondo negli ultimi 40 anni. Tale disposizione non subirà un'inversione. Al contrario, accelererà. Stiamo visualizzando la legge dei rendimenti acceleranti. La legge di Moore ci dice che il numero di circuiti su un chip raddoppia ogni anno o -- al massimo -- ogni 18 mesi. Il cuore di questo processo è il costo calante delle informazioni digitali. La legge di Metcalfe si riferisce al valore sempre maggiore delle informazioni, poiché il numero di partecipanti aumenta in un sistema di comunicazione. Pensate al "FAX". Poi pensate a "Facebook".

Non c'è niente di nuovo in questo processo di crescita composto. E' andato avanti per oltre due secoli. La novità è l'arrivo di una crescita economica esponenziale. La percentuale del tasso di variazione può rimanere la stessa, o addirittura calare un po', ma a causa della grande base economica a cui ora si applica suddetto tasso, il cambiamento sociale necessario per tenere il passo con il cambiamento economico sembra essere in ritardo. Non esiste un concetto equivalente alla legge di Moore nel campo delle relazioni sociali. Le tradizioni sono dure a morire; le aziende che non tengono il passo con l'evoluzione tecnologica muoiono abbastanza facilmente.

Dovrebbe essere ovvio ormai che l'istituzione che sta per essere sostituita è lo stato-nazione occidentale. E' burocratico e non è efficiente. Ha fatto promesse economiche agli elettori che non può assolutamente mantenere. Subirà un massiccio calo della legittimità. Eppure la legittimità è il fondamento della politica moderna. Nel corso della storia è stato il fondamento di ogni politica. Al declinare della legittimità dello stato-nazione moderno, insieme con la sua performance economica, emergeranno nuovi assetti istituzionali che lo sostituiranno. Il problema è che non sappiamo quali saranno. Il fatto fondamentale delle istituzioni sociali è questo: non possono essere progettate con successo secondo un modello top-down. Emergono sempre dalla competizione e dallo scambio, fenomeni che prevalgono all'interno della società nel suo complesso. Non possono essere sviluppati dalle commissioni.



CONCLUSIONE

Non c'è alcun dubbio che la produzione come l'abbiamo conosciuta sta per essere radicalmente trasformata dalla stampa 3-D. Non c'è modo di cambiarlo. Non vi è alcun modo per invertirlo. E' una cosa che è destinata ad accelerare. Ci condurrà verso un enorme decentramento. Ci condurrà verso un'epoca di creatività nel campo della produzione manifatturiera mai vista prima. Questo sarà il risultato del decentramento, dell'informatizzazione e della stampa 3-D.

C'è solo un accordo sociale che può far fronte a questo processo: il mercato libero. Si basa su segnali di prezzo per coordinare gli sforzi. Il sistema di feedback profitti/perdite in un'economia monetaria è ciò che mobilita la migliore informazione disponibile. Nessuna commissione governativa è in grado di competere in un mercato aperto con le informazioni decentrate che scaturiscono dalla volontà di profitto degli individui.

Chi vorrà far parte della produzione manifatturiera entrerà in un campo in cui i lavoratori qualificati saranno ben pagati, ma saranno sotto pressione per tenere il passo con il ritmo della tecnologia. Coloro che non terranno il passo, saranno scalzati dalla competizione.


[*] traduzione di Francesco Simoncelli: http://francescosimoncelli.blogspot.it/


5 commenti:

  1. Oggi grande ottimismo.

    Cmq ci sara' sempre uno spazio, una nicchia di mercato, per l'artigianato d'eccellenza e sapra' valorizzarsi da se'. Penso alla moda ed alla sua manutenzione.
    Da noi invece e' cominciata una propaganda postdesertificazione industriale per il ritorno ai campi. Se sara' un fenomeno spontaneo ben venga. Altrimenti sappiamo gli esiti del dirigismo.
    Cmq segno di grecizzazione. Ed in questo i tedeschi stanno approfittando della irresponsabilita' keynesiana delle elites nostrane.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Saremo l'Ucraina della UE?

      Elimina
    2. il messico del nord america

      Elimina
    3. Nemmeno la Florida? Per i ricchi anziani tedeschi?

      Elimina
  2. no, il messico.
    la florida è la spagna, molto meglio attrezzata, con gente più simpatica e meno cara.

    RispondiElimina