mercoledì 3 settembre 2014

Ritirate la legittimità politica

Non conoscevo questa poesia di Kipling. A dir la verità ero rimasto fermo al Libro della Giungla, ma fa sempre piacere venire a conoscenza di quei pezzi della letteratura che hanno molto da dire. Soprattutto questa poesia, in cui Kipling avverte esplicitamente i lettori di vari malesseri che la società avrebbe patito. Corporativismo, consumismo, collettivismo, parassitismo, tutti questi sono malanni che da anni affliggono la società nel suo complesso. I megafoni dello stato hanno svolto un ruolo preponderante nella coltivazione di questi malanni, raggirando le masse con la sua propaganda; trasformando gli individui, attraverso il sistema scolastico pubblico, in automi. Ingozzandoli di false idee, programmandoli affinché seguano i dettami di coloro che si presume "sappiano di più". Pecore, più che automi. Le voce dietro i megafoni è sempre stata quella del keynesismo, la cui suadenza ha promosso uno dei mantra più diffusi al giorno d'oggi: la salvezza attraverso lo stato. E' legittimo cedere la ricchezza creata con le proprie mani ad un nugolo di parassiti che la sprecherà. Bisogna identificarli per quel che sono: lupi travestiti da agnelli. Cosa pensate che accadrà quando questo travestimento salterà?
___________________________________________________________________________________


di Gary North


Al giorno d'oggi sentiamo spesso questo modo di dire: punto di svolta. Anche questo: punto di flesso. Sono due modi per indicare lo stesso processo.

E' composto da due momenti: il decollo e lo schianto.

Il decollo si basa sull'immagine di una curva esponenziale. Ad un certo punto schizza verso l'alto. Questo rappresenta un punto di svolta. Credo che oggi si possa identificare con la discussione di Ray Kurzweil sulla legge di Moore e sulla legge dei rendimenti acceleranti.

Lo schianto si basa sull'immagine di due linee parallele che ad un certo punto si intersecano. Una o entrambe devono finire. Un esempio: le passività non finanziate del governo degli Stati Uniti (in rapida crescita) e le entrate attese del governo degli Stati Uniti (non in rapida crescita). Questa prospettiva è meglio espressa dalla legge di Stein: "Quando qualcosa non può più andare avanti, tenderà a fermarsi." Questo è un punto di svolta, nel modo in cui un incidente ferroviario è un punto di svolta.

Penso che oggi entrambe le tendenze siano in azione. Una ha a che fare con la crescita economica composta. Nel lungo periodo, prevale. L'altra ha a che fare con l'espansione dello stato. Ha a che fare con il breve periodo. Il modello di percorso è un incidente ferroviario.



THE GODS OF THE COPYBOOK HEADINGS

La mia poesia preferita è di Kipling: The Gods of the Copybook Headings. Tratta della guerra permanente tra verità -- il peccato originale e la scarsità -- e l'ultima moda, definita gli dei del mercato. Intendeva il mercato della pubblica opinione.

AS I PASS through my incarnations in every age and race,
I make my proper prostrations to the Gods of the Market Place.
Peering through reverent fingers I watch them flourish and fall,
And the Gods of the Copybook Headings, I notice, outlast them all.

We were living in trees when they met us. They showed us each in turn
That Water would certainly wet us, as Fire would certainly burn:
But we found them lacking in Uplift, Vision and Breadth of Mind,
So we left them to teach the Gorillas while we followed the March of Mankind.

We moved as the Spirit listed. They never altered their pace,
Being neither cloud nor wind-borne like the Gods of the Market Place,
But they always caught up with our progress, and presently word would come
That a tribe had been wiped off its icefield, or the lights had gone out in Rome.

Si capisce il punto ed è questo: non esistono pasti gratis.

With the Hopes that our World is built on they were utterly out of touch,
They denied that the Moon was Stilton; they denied she was even Dutch;
They denied that Wishes were Horses; they denied that a Pig had Wings;
So we worshipped the Gods of the Market Who promised these beautiful things.

Poi arriva la strofa da cui apprendiamo una piccola lezione sul presente.

When the Cambrian measures were forming, They promised perpetual peace.
They swore, if we gave them our weapons, that the wars of the tribes would cease.
But when we disarmed They sold us and delivered us bound to our foe,
And the Gods of the Copybook Headings said: "Stick to the Devil you know."

Scegliete il minore dei mali. Poi cercate costantemente di sostituire gli dei del mercato -- l'opinione pubblica -- con gli dei dei proverbi e delle massime.



IL MINORE DEI MALI

Ci sono due prospettive ideologiche, oggi, che sostengono questa posizione. In politica, il conservatorismo. In economia, le aspettative razionali. Coloro che promulgano questo assunto non sono dediti al laissez-faire: "Lasciateci in pace." Sono realisti: "Lasciatelo stare." Non interferite con le leggi del sistema. Il mercato risponderà. Smettetela di perder tempo. Ma gli economisti non riescono ad astenersi dal raccomandare riforme. Il movimento delle aspettative razionali è condannato. Gli economisti sono inclini alla manipolazione. Anche i riformatori politici e coloro in cerca di potere.

E in un certo senso, anche tutti noi.

Nessuno è un conservatore avverso a qualsiasi cambiamento. La vecchia regola del conservatorismo dice questo: "Se non è necessario un cambiamento, è necessario non cambiare." Ma questo motto ammette la possibilità che a volte sia necessario cambiare.

Problema: non è possibile modificare solo una cosa.

Il mio consiglio: cambiare le cose marginalmente. Cambiarle costantemente. I cambiamenti marginali si accumulano. Se sono positivi, producono enormi benefici nel tempo. La lentezza della crescita economica americana, dal 1800 ad oggi, con solo 16 anni di inversione (1930-1946), ha creato un mondo che sarebbe stato inconcepibile nel 1800. Il mondo ha imitato la Gran Bretagna e gli Stati Uniti. Il mondo è incomparabilmente ricco, e continuerà ad esserlo.

Non sono un fan delle rivoluzioni. Capisco il punto di Engels: nulla è più accentratore di una rivoluzione.

Ma gli anti-autoritari richiedono che lo Stato venga abolito in un colpo solo, prima ancora che le condizioni sociali che gli hanno dato vita siano state distrutte. Chiedono che il primo atto della rivoluzione sociale sia l'abolizione dell'autorità. Questi signori hanno mai visto una rivoluzione? Una rivoluzione è certamente la cosa più autoritaria che ci sia; è l'atto con il quale una parte della popolazione impone la sua volontà su un'altra mediante l'uso di fucili, baionette e cannoni -- mezzi autoritari; e se la parte vittoriosa non vuole ritrovarsi ad aver combattuto invano, deve sostenere questa regola tramite il terrore che le sue armi ispirano nei reazionari. La Comune di Parigi sarebbe durata un solo giorno se non avesse fatto uso di questa autorità armata contro la borghesia. Dovremmo rimproverarla per non averne usato abbastanza?

Pertanto, delle due l'una: o gli anti-autoritari non sanno di cosa stanno parlando, nel qual caso stanno creando solo confusione; o lo sanno, e in tal caso tradiscono il movimento del proletariato. In entrambi i casi, servono la reazione.

Volete slogan da attaccare sul paraurti della macchina? Ce li ho. "Riforma, non rivoluzione." "Niente finanziamenti, niente catene." "Ritira la legittimità nei confronti di Washington."

Il decentramento favorisce i cambiamenti marginali. Il decentramento favorisce la concorrenza. Il decentramento indebolisce la rivoluzione. Siamo nel bel mezzo di un processo mondiale di decentramento. Ha a che fare con la tecnologia. Ha a che fare con le reti di comunicazione. Ha a che fare con un aspetto della legge di Moore: la costante riduzione del costo dell'informazione.

Questo è il motivo per cui non siamo diretti verso una rivoluzione. Siamo diretti verso una secessione.

Il cuore di questo movimento di secessione disorganizzato e decentrato è questo: il ritiro della legittimità politica, elettore dopo elettore.



CATTIVE NOTIZIE E BUONE NOTIZIE

Per prima cosa, la cattiva notizia. Il primo di luglio Gallup ha riportato che il 79% degli americani è soddisfatto del grado di libertà negli Stati Uniti. Ogni volta che il 79% di un gruppo di intervistati crede in qualcosa, si tratta di un'anomalia statistica. La convinzione è solida come una roccia.

Sicuro?

In secondo luogo, la buona notizia. La relazione è iniziata nel modo seguente:

Meno americani sono soddisfatti della libertà di indirizzare la propria vita rispetto a sette anni fa -- un calo di 12 punti percentuali, passando dal 91% del 2006 al 79% del 2013. In questo stesso periodo, la percentuale di americani insoddisfatti della libertà di indirizzare la propria vita è più che raddoppiata, dal 9% al 21%.

Così, il parere dell'opinione pubblica sul grado di libertà non è solido come una roccia. Si sta sciogliendo, ma lentamente. Aspettate altri vent'anni, ed assisteremo ad una perdita di fiducia politica significativa.

Questo è fondamentale: la perdita di fiducia politica. Perché è importante? Perché va a braccetto con un'altra idea, la perdita della legittimità politica. La legittimità è imputata dai cittadini. Non è innata. Ogni volta che la legittimità svanisce, scompare anche la cooperazione volontaria. Diventa quindi più costoso far rispettare la conformità.

Il sondaggio di Gallup ha anche rivelato che gli Stati Uniti sono la nazione numero 36 a livello internazionale. Ciò significa che una percentuale maggiore di residenti in 35 nazioni è più soddisfatta del proprio grado di libertà rispetto agli americani. L'Uzbekistan, ad esempio, è al 92%. Credo che i residenti in Uzbekistan abbiano un concetto diverso di libertà rispetto agli americani.

Ecco il punto importante: nazione dopo nazione, la gente si è abituata allo stato. Hanno aggiustato il loro pensiero a questi limiti familiari. Per citare Kipling, hanno scelto il minore dei mali. E' una buona cosa, in media. Non per sempre. In media.

Se cambiano il loro parere troppo velocemente, potrebbero scatenare una rivoluzione. Poi la libertà ne risentirà. Engels aveva ragione.

C'è un sito utile, End of the American Dream. Di tanto in tanto pubblica brevi elenchi di prove sul declino, ciascuno contenente un collegamento ad una documentazione adeguata. Segue un approccio simile all'Economic Collapse blog.

Di recente ha pubblicato una relazione sul sondaggio Gallup. Ci dà una buona notizia: crescente sfiducia nel governo federale.

Inoltre ha pubblicato due dozzine di esempi in cui la compiacenza ha aperto le porte a specifiche invasioni nella nostra privacy da parte del governo federale.

Quindi? Siamo diretti nella giusta direzione? Qual è la giusta direzione? Penso che sia questa: la perdita di fiducia/legittimità.

Il governo è una burocrazia. La prerogativa e la motivazione delle burocrazie è quella di crescere. Più personale significa più gestione; più gestione significa più promozioni. Questo è il fatto centrale della legge di Parkinson: "Il lavoro si espande in modo da riempire il tempo previsto per il suo completamento." Parkinson stava parlando del desiderio di una promozione, che in una burocrazia richiede più subalterni.

Ci sono limiti alla crescita. Il limite principale alla crescita dello stato è il bilancio.

Ritorno ora ad una delle mie tesi ottimistiche: il limite posto sul rapporto tra entrate fiscali federali e PIL. Non va mai al di sopra del 20%. Questo è un tetto politico che il governo degli Stati Uniti ha infranto solo una volta, nel 1944. In quell'anno -- l'ultimo anno della seconda guerra mondiale -- raggiunse il 21%.




Questo significa che esistono solo due modi affinché il governo federale possa aumentare la spesa:
  1. tassare un'economia in crescita;
  2. prendere in prestito.

In questi giorni, sta prendendo in prestito al ritmo di mezzo bilione di dollari l'anno. Non può continuare per sempre. Si fermerà.

La chiave ora è la crescita dei diritti assistenziali, in particolare il Medicare. Le passività non finanziate sono nella gamma dei $200 bilioni, secondo il Prof. Lawrence Kotlikoff della Boston University. Questo è il tallone d'Achille del governo federale. Questo è il motivo per cui le spese richieste dalla normativa vigente raggiungeranno il limite del credito disponibile. A quel punto, i politici dovranno riscrivere la legge. Dovranno andare in default ridefinendo i diritti assistenziali legittimi.

Quando si ridefiniscono i pensionamenti legittimi, milioni di elettori che si trovano dalla parte dei perdenti revocheranno la legittimità al governo federale.

Il processo è già iniziato. Ce lo dicono i sondaggi di Gallup.

Poi ci sarà un punto di svolta. Ce ne sarebbe stato uno anche se Malcolm Gladwell non avesse scritto The Tipping Point: How Little Things Can Make a Big Difference. Ma questo non sarà di poco conto. E' al cuore della fiducia moderna nel presunto potere salvifico del governo federale. Il Medicare è il cuore della bestia -- la prova di bilancio del suo status messianico. Che cosa costituisce la sua sopravvivenza? Questi quattro fattori: tassazione, debito, regolamentazione e denaro fiat. Dal punto di vista istituzionale, questi sono rappresentati dall'IRS, dal Tesoro, dalle agenzie governative e dal Federal Reserve System.

Qual è il fattore centrale? Questo: l'ascesa del diritto amministrativo. Sono d'accordo con il grande storico del diritto di Harvard, Harold Berman. L'introduzione al suo libro magistrale, Law and Revolution (1983), dice tutto. L'ascesa del diritto amministrativo minaccia la tradizione giuridica occidentale. Il diritto amministrativo investe le agenzie esecutive con il potere di scrivere le leggi, giudicare e far rispettare la leggi. Questo è il fondamento della tirannia. Se continuerà, assisteremo davvero all'erosione delle nostre libertà, una alla volta.

Non continuerà. Non può continuare. Ha già ridotto la crescita economica americana. Sta usando il deficit per far continuare il processo. Sta usando la Federal Reserve, la quale crea denaro fiat a sufficienza da comprare il debito federale pari al deficit federale annuale: $500 miliardi l'anno.



DUE PROCESSI

Ci sono due processi sociali in corso di svolgimento:
  1. l'espansione del diritto amministrativo;
  2. la perdita di fiducia nello stato.

Queste sono visioni del mondo rivali. Sono confessioni di fede rivali. Entrambe non possono continuare. Il popolo dovrà scegliere.

Questi processi sono internazionali.

La burocrazia è in simbiosi con il diritto amministrativo. La burocrazia è intrinsecamente anti-politica. E' la prospettiva del Servizio Civile. E' la prospettiva dei professori di ruolo. E' la prospettiva degli esperti certificati dallo stato e dalle gilde. E' la prospettiva delle élite istruite rispetto alle masse non certificate. E' intrinsecamente anti-democratica. E' anche anti-mercato per lo stesso motivo. Il libero mercato consente ai consumatori di indirizzare la struttura della produzione.

Gli elettori hanno posto la loro fiducia nello stato messianico. Il Medicare è il cuore della questione. Lo è anche la Previdenza Sociale. Ma il Medicare è la minaccia maggiore per il bilancio federale. Questo è il motivo per cui i difensori dello stato messianico si concentrano sulla presunta solvibilità della Previdenza Sociale. Il Medicare è chiaramente condannato, statisticamente parlando. I suoi difensori non discutono di queste statistiche in pubblico.

Gli dei dei proverbi e delle massime stanno aspettando sulle rive del fiume il passaggio del cadavere del Medicare, sicuri che tale evento renderà nota ancora una volta la loro presenza.

As it will be in the future, it was at the birth of Man
There are only four things certain since Social Progress began.
That the Dog returns to his Vomit and the Sow returns to her Mire,
And the burnt Fool's bandaged finger goes wabbling back to the Fire;

Ma la strofa finale si dimostrerà corretta?

And that after this is accomplished, and the brave new world begins
When all men are paid for existing and no man must pay for his sins,
As surely as Water will wet us, as surely as Fire will burn,
The Gods of the Copybook Headings with terror and slaughter return!

Paura, sì. Terrore, forse. Massacro, forse no. Questo punto di svolta può ancora essere evitato. Come? Col contrabbando.



CONTRABBANDO

I mercati liberi non sono mai stati eliminati, solo soppressi. In ogni sistema con controlli statali, ci sono contrabbandieri.

Il contrabbando facilita le transizioni. Il contrabbando è sempre marginale. Il contrabbando crea accordi istituzionali non ufficiali, ma redditizi, che riducono gli effetti delle rivoluzioni politiche e della contrazione economica. Il contrabbando è un processo che si auto-alimenta.

Quello che è stato contrabbandato di più in ogni epoca, sono le idee. Come dice il mio amico Percy Greaves: lo stato non può sparare alle idee.

Il World Wide Web è il più grande network di contrabbando di idee nella storia. La domanda è: Quali operazioni di contrabbando metterà a miglior frutto il Web?

La mia dichiarazione di fede è questa: non quelle dello stato.

Il contrabbando può portare alla secessione. Può portare ad un ritiro della fiducia e della speranza nello stato messianico. Può portare a soluzioni istituzionali alternative allo stato messianico. Esempio: istruzione on-line a sostituzione dell'istruzione finanziata dalle tasse. Ciò è tecnicamente possibile oggi. Ad un certo punto, comunità dopo comunità, arriveremo ad un punto di svolta.

Il marchio di questo punto di svolta sarà questo: l'incapacità dei governi locali di ottenere prestiti obbligazionari, nonostante la mianccia di una perdita di fondi integrativi provenienti dal governo federale.

Impossibile, dite? Ripetete questo mantra: "Quando gli assegni di Washington verranno respinti."

Quello sarà il giorno della resa dei conti. Quello sarà il punto di svolta.

Quando le cose non possono andare avanti, tenderanno a fermarsi.



CONCLUSIONE

Può davvero accadere tutto ciò? Il sistema keynesiano può semplicemente andare in bancarotta al vertice? Sì.

Esiste un precedente? Sì. Due. La Cina e l'URSS. Ho descritto la storia della loro inevitabile scomparsa qui: http://francescosimoncelli.blogspot.com/2014/08/il-suicidio-della-pianificazione.html

Torno alla mia proposta. Riforma, non rivoluzione. Niente finanziamenti, niente catene. Ritirate la legittimità a Washington.


[*] traduzione di Francesco Simoncelli: http://francescosimoncelli.blogspot.it/


4 commenti:

  1. Ciao Francesco

    Kipling perse un figlio nella prima guerra mondiale. Una guerra di stato tra stati.
    Per evitare nuove guerre in Europa fu ideata l'unione. Ottima idea.
    Ma ne è nato un nuovo stato, un superstato burocratico che ha promesso sicurezza e pace in cambio di meno libertà ed in nome della perfezione della costruzione socialista e democratica.
    Era inevitabile? No. Gli Svizzeri dimostrano che si poteva fare altrimenti.
    Il problema l'ha creato il prevalere del dirigismo sociale, le idee razionaliste degli ideologues francesi del 18*secolo da Rousseau in poi. L'ideologia statalista che ha incanalato le aspirazioni di conquista del Potere senza discutere della necessità di un Potere.
    RileggetevI Edmund Burke. Profetico.

    RispondiElimina
  2. The meaning is pretty straightforward and is, to some extent, an answer to a search for meaning - or, at least, why things happen the way they do. The author (Rudyard Kipling) was an Englishmen who just lost his son in WWI. It is, in some sense, an explanation for the causes of war. Generally, the poem is saying two things: 1) The human condition repeats - and ends each time with war. 2) The further people get from common sense, the closer to the tipping point where common sense wil reassert itself. This is not a peaceful process but violent one. More specifically, it is saying the human condition is given to false gods - the Gods of the Market Place (a wholistic combination of government and business in league with each other). Sooner or later, after people realize that these gods cannot produce what they need and, indeed, when these false gods fail, common sense (the gods of the copybook headings) reasserts itself. Violence (war) ensues.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Percio' la cosa piu' importante di tutte per la conservazione delli status quo e' il rincoglionimento completo del gregge. Ed il fiatmoney e' funzionale anche per questo purche' si abbia il controllo diretto, sovrano e' piu' alla moda, della "stampante".
      Aho! Il gregge non deve capire un cazzo!!! Chiaro?

      Elimina
  3. https://www.theaureport.com/pub/na/15657

    Born libertarian...
    E Doug e' sicuro che il tempo sta finendo. Massimo 12 mesi. E ci sara' una svolta autoritaria negli USA.

    Ma Voi ci credete?
    Semmai una secessione... I Texani sottomessi non riesco proprio ad immaginarmeli...
    Poi la guerra... Anche in Europa... L'Africa distrutta... da Ebola?
    Resta il Regno Unito... Ma la Scozia?
    E poi arriva il Norrfire...
    Ed infine... V
    ;)

    RispondiElimina